Il Working Capital (capitale circolante o capitale operativo, secondo le varie terminologie finanziarie) è uno degli indicatori più importanti per un CFO. A livello pratico, si tratta dell’ammontare di risorse che compongono e finanziano l’attività operativa di un’impresa ed è un indicatore adoperato allo scopo di verificare l’equilibrio finanziario dell’impresa nel breve periodo.

Il Net Working Capital (capitale circolante netto) è dato dalla differenza tra le attività correnti e le passività correnti di stato patrimoniale, e attraverso il suo controllo è possibile gestire in modo accorto i flussi finanziari all’interno dell’azienda.

È importante che tutti gli indici relativi al capitale circolante siano osservati nel contesto della specifica azienda e del suo settore. Per interpretare le cifre occorre tenere sempre conto dei fattori trainanti specifici della società e delle particolarità del mercato di riferimento. La gestione dell’attivo circolante netto deve però essere un’attività costante che deve essere strategicamente consolidata all’interno di tutta l’impresa.