Il cash flow o flusso di cassa è un importante indicatore che consente di valutare la capacità finanziaria e la redditività di un’impresa e determinare se le risorse disponibili sono sufficienti per autofinanziare l’attività aziendale.

Il flusso di cassa evidenzia le variazioni in positivo e in negativo della liquidità per effetto della gestione, con riferimento a un determinato periodo di tempo: si tratta infatti della ricostruzione dei flussi monetari, quindi della differenza tra tutte le entrate e le uscite monetarie di una società. È un dato che generalmente viene calcolato ogni trimestre e può riferirsi a un’azienda o a un singolo progetto.

L’analisi del cash flow non è soggetta a regole contabili e molti investitori impiegano questi dati per valutare la solidità dell’azienda. Essenzialmente, se il cash flow è positivo si evince la disponibilità finanziaria per l’azienda all’interno del periodo di riferimento; se il cash flow risulta negativo significa che sono state assorbite più risorse di quante ne siano entrate, quindi, non vi sono risorse sufficienti per proseguire efficacemente le future attività d’impresa.